Un sito di oltre 450 pagine che descrive tutta l'Isola e che ha ricevuto fino a oltre 900 visitatori in un solo giorno

La mia SardegnaLa bandiera della Sardegna

Home page Guest book Siti amici Sostienici Mappa del sito


Pagina precedenteIndice precedenteVisita del sito istituzionale della provincia

Pagina successiva

La provincia di Oristano con i suoi 87 comuni e con la costa centro occidentale dell'Isola


Provincia di OristanoStemma della provinciaLa provincia di Oristano (nome in lingua sarda Provìntzia de Aristanis) comprende il territorio centro occidentale dell'Isola, ed ha una superficie di 2.990 chilometri quadrati, eliminando il comune di Genoni passato nel 2016 alla provincia del Sud Sardegna. Comprende 87 comuni per una popolazione complessiva al 31 maggio 2016 di 160.324 abitanti, con una densità della popolazione di 53,61 abitanti per chilometro quadrato. La provincia di Oristano è stata istituita nel 1974, ed oggi confina a nord con la provincia di Sassari, ad est con la provincia di Nuoro, ed a sud con la provincia del Sud Sardegna. Capoluogo della provincia è la città di Oristano e l'amministrazione della provincia ha oggi la sua sede nel nuovo edificio situato in via Enrico Carboni a Oristano.

La provincia con le sue coste e l'entroterra

Alla provincia di Oristano appartengono territori di cinque regioni storiche della Sardegna: a nord ovest la Planargia; a ovest il Montiferru e ad est il Barigadu; a sud ovest il Campidano di Oristano e a sud est l'alta Marmilla.

Le coste della provincia di Oristano

La costa è incontaminata fino alla città fluviale di Bosa, per scendere rocciosa fino a Porto Alabe e Santa Caterina di Pittinuri. Diviene poi sabbiosa con la lunghissima spiaggia di Is Arenas, sotto la quale si sviluppa la penisola del Sinis, nel primo tratto rocciosa, poi sabbiosa. Si arriva quindi a Oristano con il suo porto e le sue zone umide.

L'entroterra della provincia di Oristano

Fanno parte del territorio della provincia il lago Omodeo, lo stagno de Is Benas, lo stagno di Cabras e lo stagno di Santa Giusta. La regione del Montiferru prende il nome dal monte Ferru, un massiccio di origine vulcanica, formato quindi da rocce basaltiche e trachitiche che raggiunge con la cima di monte Urtigu i 1050 metri di altezza. Vicino ad essa si trova la roccia solitaria di monte Entu, alta 1024 metri. Nella piana di Uras si trova il monte Arci, un massiccio isolato il cui mantello è formato da colate di lava basaltica mentre la sua ossatura è di trachite, che raggiunge un'altitudine massima è di 812 metri. Nel territorio della provincia sono presenti diversi siti archeologici: tharros, le rovine di una città di origine fenicia situata nei pressi della località di San Giovanni del Sinis nella penisola del Sinis; le Terme di Fordongianus, un complesso termale romano rialente al primo secolo dopo Cristo; il nuraghe Losa situato nel comune di Abbasanta, uno dei più grandi nuraghi della Sardegna; il villaggio di Santa Cristina con il pozzo sacro tra quelli meglio conservati in Sardegna.

Scegli la località da visitare nella provincia di Oristano

 

Carta geografica della provincia di OristanoBosaMontrestaModoloMagomadasTresnuraghesFlussioTinnuraSagamaSuniSennarioloScano di MontiferroCuglieriSantu LussurgiuBonarcadoSenegheNarboliaMilisBauladuTramatzaSan Vero MilisLa costiera di San Vero MilisRiola SardoZeddianiBaratili San PietroNurachiCabrasLa costiera di CabrasL'isola di Mal di VentreOristanoPaulilatinoAbbasantaNorbelloGhilarzaBoronedduTadasuniSoddìAidomaggioreSediloBidonìSorradileNughedu Santa VittoriaArdauliNeoneliUla TirsoBusachiAllaiFordongianusVillanova TruscheduOllastraZerfaliuSolarussaSiamaggioreSimaxisSiapicciaSiamannaVillaurbanaMogorellaRuinasVilla Sant'AntonioAsuniSamugheoSenisNureciLaconiAssoloUsellusAlbagiaraGonnosnòSiniBaradiliBaressaCurcuris - Simala - Gonnoscodina - Gonnostramatza - Mogoro - Pompu - SirisMorgongiori - Ales - Pau - Villa VerdeUras - San Nicolò d'Arcidano - Terralba - Marrubiu - Arborea - Santa Giusta - Palmas Arborea

Tutte le tappe del nostro viaggio nella provincia di Oristano

freccia1Visita della Planargia con la sua costiera.

freccia2In Planargia nella città di Bosa che è l'unico centro fluviale della Sardegna con il Castello di Serravalle e con i suoi dintorni

freccia2Montresta con i suoi dintorni dove si trova l'unica testimonianza di insediamenti punici in Planargia

freccia2Modolo il più piccolo comune di tutta la Sardegna come estensione

freccia2Magomadas con la sua bella costiera e con la frazione turistica di Santa Maria del Mare

freccia2Tresnuraghes dove è nato Giovanni Pintori con la sua bella costiera e con la frazione turistica di Porto Alabe

freccia2Flussio paese famoso per l'artigianato dell'asfodelo

freccia2Tinnura paese famoso per i murales che ne fanno un paese Museo

freccia2Sagama con la chiesa parrocchiale di San Michele Arcangelo ed i numeroso siti archeologici nei dintorni

freccia2Suni con nei dintorni la necropoli di Chirisconis, il protonuraghe Seneghe ed il nuraghe Nuraddeo

freccia1Visita del Montiferru con la sua costiera.

freccia2Nel Montiferru a Sennariolo con nei dintorni il nuraghe semplice Liortinas e la chiesa campestre di Santa Vittoria

freccia2Scano di Montiferro con numerosi importanti nuraghi e la chiesa campestre con le sorgenti di Sant'Antioco

freccia2Cuglieri con la costiera di s'Archittu e con i resti della città di Cornus patria di Ampsicora

freccia2Santu Lussurgiu con la località termale di San Leonardo de Siete Fuentes

freccia2Bonarcado con la basilica di Santa Maria ed il Santuario di Nostra Signora di Bonacatu

freccia2Seneghe dove è viva la tradizione del canto a tenore con la chiesa di Santa Maria della Rosa o della Visitazione

freccia1Inizio della visita del Campidano di Oristano con la sua costiera.

freccia2Nel Campidano di Oristano a Narbolia con la sua costiera dove si trova la grande pineta e la vasta spiaggia di Is Arenas

freccia2Milis con la chiesa romanica di San Paolo, il palazzo Boyl e nei dintorni il nuraghe Cobulas

freccia2Bauladu con la chiesa parrocchiale di San Gregorio, il sito archeologico di Santa Barbara ed il nuraghe Crabia

freccia2Tramatza con la chiesa parrocchiale dedicata alla Santa Maria Maddalena e con il ponte romano sul rio Cispiri

freccia2San Vero Milis con il suo centro e nei dintorni i resti dell'importante nuraghe complesso s'Uraki

freccia2La costiera di San Vero Milis nella parte settentrionale della penisola del Sinis con le spiagge di Putzu Idu e Mandriola

freccia2Zeddiani che è stata per anni una sorta di capitale sarda del pomodoro

freccia2Baratili San Pietro famoso per la costruzione de Is fassonis

freccia2Riola Sardo con il suo centro e i dintorni che arrivano fino alla sua costiera in un piccolo tratto della pensola del Sinis

freccia2Nurachi con la visita dell'abitato e del suo territorio comunale che si spinge fino allo stagno di Cabras

freccia2Cabras con le scoperte archeologiche di Cuccuru is Arrius e Conca Illonis ed i giganti di Mont 'e Prama

freccia2La costiera di Cabras nella parte meridionale della penisola del Sinis con la spiaggia di quarzo di Is Arutas

freccia2Un viaggio in barca sull'isola di Mal di Ventre nome improprio dato all'isola di Malu Entu, ossia del vento cattivo

freccia2La città di Oristano capoluogo della provincia, per assistere alla Sartiglia di Oristano, e visitare i suoi dintorni

freccia2I dintorni della città di Oristano con le sue frazioni e le aree umide presenti nel suo territorio

freccia1Visita del Guilcer che arriva fino al lato occidentale del lago Omodeo.

freccia2Nel Guicer a Paulilatino sull'altopiano di Abbasanta con il villaggio nuragico di Santa Cristina e il suo pozzo sacro

freccia2Abbasanta ed i dintorni con il nuraghe Losa, uno dei quattro complessi nuragici più importanti dell'Isola

freccia2Norbello con la chiesa di Santa Maria della Mercede che apparteneva all'Ordine dei Templari

freccia2Ghilarza con la chiesa di San Palmerio e con la casa Museo Antonio Gramsci e nei dintorni il nuraghe Orgono

freccia2Boroneddu con il Museo della Fiaba Sarda e nei dintorni il complesso nuragico di Su Montigu

freccia2Tadasuni sulla sponda occidentale del lago Omodeo con il Museo degli Strumenti della Musica Popolare Sarda

freccia2Soddì con il nuraghe semplice di Sant'Anastasia ed il protonuraghe Crastu

freccia2Aidomaggiore affacciato sul lago Omodeo con i suoi siti archeologici

freccia2Sedilo paese famoso per la corsa dell'Ardia intorno al Santuario di San Costantino

freccia1Visita del Barigadu che si sviluppa sul lato orientale del lago Omodeo.

freccia2Nel Barigadu a Bidonì con i resti del nuraghe Bentosu e del tempio romano con l'altare dedicato a Giove

freccia2Sorradile con nei dintorni dell'abitato i resti della necropoli di Prunittu e del Santuario tardo nuragico di Su Monte

freccia2Nughedu Santa Vittoria con i resti della necropoli di Arzolas de Goi ed i dintorni con la chiesa di San Basilio

freccia2Ardauli affacciato sul lago Omodeo con la chiesa dei Santi Cosma e Damiano

freccia2Neoneli con il suo coro di canto a Tenore e nei cui dintorni di trova l'Oasi Faunistica di Assai

freccia2Ula Tirso con la vecchia diga di Santa Chiara che per prima ha generato il lago Omodeo

freccia2Busachi con la diga Eleonora d'Arborea che ha prodotto l'ampliamento del lago Omodeo

freccia2Allai con il suo Museo ed i numerosi importanti siti archeologici che si trovano nei dintorni

freccia2Fordongianus con i resti delle Terme romane e la chiesa romanica di San Lussorio

freccia2Villanova Truschedu con nei dintorni il Santuario di San Gemiliano ed i resti del nuraghe complesso di Santa Barbara

freccia1Continuiamo la visita del Campidano di Oristano.

freccia2Ancora nel Campidano di Oristano ad Ollastra nei cui dintorni è la diga di Santa Vittoria cha ha generato il lago di Ollastra

freccia2Zerfaliu paese famoso per la sagra degli Agrumi e per la chiesa romanica di San Giovanni Battista

freccia2Solarussa con la chiesa romanica di San Gregorio e nei dintorni l'area archeologica di Pidighi

freccia2Siamaggiore con nei dintorni la chiesa romanica di San Ciriaco e la borgata agricole di Pardu Nou

freccia2Simaxis e la frazione San Vero Congius con i resti delle sue chiese bizantine

freccia2Siapiccia con la chiesa della Madonna del Rimedio e le sorgenti di origine termale che si trovano nei suoi dintorni

freccia2Siamanna con nei dintorni la chiesa campestre di San Giovanni Battista ed i resti del nuraghe omonimo

freccia2Villaurbana con il suo centro ed i dintorni nei quali si trovano i notevoli siti archeologici compreso il nuraghe Bau Mendula

freccia1Visita della Marmilla Settentrionale.

freccia2Nella Marmilla Settentrionale a Mogorella nei cui dintorni si trova il protonuraghe Friorosu

freccia2Deviazione verso nord a Ruinas un paese nuorese in provincia di Oristano con la piccola chiesa campestre di Santu Teru

freccia2Villa Sant'Antonio con nei dintorni numerosi menhir protoantropomorfi e l'importante necropoli di Genna Salixi

freccia2Asuni famosa per la sagra del Gattou e con nei dintorni i menhir protoantropomorfi di Corongiu e la necropoli di Burdaga

freccia1Una deviazione nel Mandrolisai.

freccia2Una deviazione nel Mandrolisai a Samugheo con il Museo dell'Arte Tessile e nei dintroni il Castello di Medusa

freccia1Ritorniamo nella Marmilla Settentrionale.

freccia2Torniamo nella Marmilla e visitiamo Senis con il Palazzo Baronale e la Fontana Spagnola

freccia2Nureci con il Mamma Blues Festival e nei dintorni il recinto megalitico di Sa Corona 'e Su Crobu

freccia1Una deviazione nel Sarcidano.

freccia2Nel Sarcidano a Laconi con il palazzo Aymerich ed il Museo Archeologico delle Statue menhir e con il parco Aymerich

freccia1Di nuovo nella Marmilla Settentrionale.

freccia2Ritorniamo in Maramilla e visitiamo Assolo con la chiesa campestre, il nuraghe e l'area archeologica di Santa Lucia

freccia2Usellus con le sue chiese e con i siti archeologici che si trovano nel suo territorio

freccia2Albagiara con il suo centro ed i dintorni nei quali si trova il nuraghe complesso di San Lussorio Martire

freccia2Gonnosnò con mei dintorni il tempio a pozzo e le tre tombe di giganti di San Salvatore

freccia2Sini con la chiesa di San Giorgio e la sagra de Su Pani 'e Saba che attira ogni anno migliaia di persone

freccia2Baradili il più piccolo comune della Sardegna conosciuto per la sagra dei ravioli

freccia2Baressa il paese conosciuto per la sagra della mandorla

freccia2Da Curcuris a Simala Gonnoscodina Gonnostramatza Mogoro Masullas Pompu e Siris

freccia2A Morgongiori sul monte Arci, poi ad Ales Pau e Villa Verde

freccia1Concludiamo la visita del Campidano di Oristano.

freccia2Da Uras a San Nicolò d'Arcidano ed a Terralba da Marrubiu ad Arborea poi a Santa Giusta ed a Palmas Arborea

La prossima tappa del nostro viaggio

Nella prima tappa del nostro viaggio, in provincia di Oristano, partendo da Alghero seguiremo la costa verso sud e passato capo Maragiu entreremo in Planargia arrivando a Bosa dove ci fermeremo a visitare l'unica vera città fluviale della Sardegna. Visiteremo la città con il suo centro storico, il Castello di Serravalle e la antica chiesa dedicata a San Pietro. Vedremo poi le bellezze nei dintorni di Bosa.


Pagina precedenteIndice precedenteSardegna HolidayPagina successiva

Tutte le foto e riprese sono state effettuate a scopo amatoriale per uso personale senza fini di lucro. Alle nostre foto se ne aggiungono altre inviateci da amici ed alcune tratte da Internet. Alcune informazioni sulle descrizioni dei comuni sono tratte da italiapedia.it, informazioni sui siti archeologici da tharros.info, descrizoni e foto di chiese da chiesedisardegna.weebly.com e chiesecampestri.it, foto di impianti sportivi da sardegnasport.it, altre da siti differenti. È consentito scaricare testi, foto e riprese dell'autore per uso privato senza eliminare i riferimenti. Libri e filmati sono riprodotti per farli conoscere ma non è consentita la riproduzione delle foto di terzi, dei libri, dei filmati e di altro materiale non realizzato dall'autore. È vietato qualsiasi utilizzo commerciale del materiale in assenza di apposita autorizzazione.

© Claudio de Tisi 2002-2022 - Codice Fiscale DTSCLD44M23F132W